Lisbeth ritorna: leggerete il nuovo capitolo?


Da alcune settimane, sto rileggendo la trilogia di Stieg Larsson su Lisbeth Salander, Michael Blomvkist e la redazione di Millennium.

Per coincidenza proprio in questi giorni ci fanno sapere (v. il video della repubblica sul nuovo capitolo della saga di Millenium : http://video.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/millennium-4-torna-lisbeth-senza-larsson-ed-e-gia-bufera-sul-nuovo-autore/210147/209288?ref=HRESS-31)  che un nuovo autore, David Lagercrantz, si è preso l’incarico di raccontare la storia di Lisbeth e ci sarà, dunque, un nuovo capitolo della saga – pubblicato da ieri  27  agosto in Italia da Marsilio editore.

Riuscirà il nuovo autore a mantenere il registro, l’acume e l’intensità di Stieg Larsson?

Bella sfida.

Per ora, con la notizia,  sappiamo solo che sono riusciti a ridestare l’attenzione verso questo incredibile personaggio che è Lisbeth Salander. La storia è talmente complessa che troverete recensioni ed articoli anche in termini di femminismo, antifascismo, identità di genere e politica.

Da La ragazza che giocava con il fuoco

Da La Ragazza che Giocava con il Fuoco: “Non esistono innocenti. esistono solo gradi diversi di responsabilità”

La prima volta che ho letto la trilogia, a giugno dell’anno scorso, ne sono rimasta talmente colpita da scrivere su tumblr  il testo che riporto per intero nel seguito e che, a distanza di un anno, con la mente più lucida, se possibile, sottoscrivo nuovamente:-) :

 

Bene, se non avete letto la trilogia, è ora di leggerla, mentre se l’avete letta, cosa farete?

Comprerete il nuovo libro?

Io devo ancora decidere, voi? 🙂

 

Testo originale da Tumblr. Giugno 2014:

Premesso che sono fuori tempo massimo, e che solo adesso ho affrontato la lettura della trilogia di Stieg Larsson, posso dirvi che a pag. 45 del terzo volume (ieri dopo aver finito il 2°, sono uscita a comprarlo) ho realizzato che mi piace tanto per diversi motivi.

Il principale è l’etica dei personaggi. Possono essere confusi e pieni di mancanze, eppure tutti ad un certo punto si trovano a fare una scelta, a decidere da che parte stare e, nel caso, prendere una posizione, metterci la faccia.

Mi piace che di fronte all’evidenza, alcuni personaggi hanno creduto alla coerenza degli atti della persona e non al quanto si dice sulla persona. Mi piace che la lealtà sia importante (vedasi ad es. come Erika e Mikael trattano Harriet o Armanskji , Mimmi, Paolo Roberto e Michael, Lisbeth e come quest’ultima prenda sul serio le proprie responsabilità).

Mi piace che investighino e che non credano a quel che leggono/sentono.
Mi piace che nel dare le informazioni, seguano la loro integrità.

Mi piace che Mikael dannatissimo Blomkvist (e a modo suo Lisbeth Salander), quando fa un lavoro, vada avanti come un mastino e non smetta fino a quando ha la soluzione.

Sì, lo so che è solo finzione, ma come era la vita di Stieg Larsson? In cosa credeva nella vita reale? Descrivendo personaggi come Erika, Sonja, Harriet, Mimmi, la ragazza delle Evil fingers, Annika ed ovviamente Lisbeth, che immagine dà di differenti tipologie di donne? Che figure maschili propone? Che posizione ha preso? Riesce ad uscire dal luogo comune? E Che tipo di giornalismo al di là di tutto vince?

Chi ha letto sa cosa rispondere, per chi non l’ha letto, come me, è ora di affezionarsi

😉

 

 

 

 

Illustrazione di Ale+Ale

 ed. Marsilio La regina dei Castelli di sabbia

Advertisements

Digitally Engaged e Sbadata per Caso: una combinazione letale ;) Digitally Engaged and Unintentionally Absentminded: a lethal combination ;-) I am into Graphic Design, Photography and Social Media

Tagged with: , , , , , , , , ,
Posted in art, da leggere, donne, Genere, Stories, Uncategorized

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Sbadata per caso

Digitally enganged e sbadata per caso: una combinazione letale! ;-)
Unintentional absent-minded and Digitally engaged: a lethal combination ;-)

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 18 other followers

Instagram

There was an error retrieving images from Instagram. An attempt will be remade in a few minutes.

Follow me on Twitter
Contact me
bodigoi@hotmail.com

%d bloggers like this: