Twitter ragionato e del perché è bello aggiornarsi


Ieri bellissima giornata di formazione/aggiornamento su Twitter.

Grazie al progetto Imprenderò finanziato dalla Regione FVG, ho potuto partecipare gratuitamente ad un corso di 8 ore sul Social Network Twitter presso il Friul Future Forum della CCIAA di Udine

Con insegnante la competente e sempre interessante Rosy Russo della UAUA Academy di Trieste, ho avuto modo di aggiornarmi su questa piattaforma di microblogging, che già conoscevo, ma che come tutti i social network è in costante mutamento.

Il bello di seguire corsi con professionisti preparati e appassionati, è proprio il fatto che si scopre sempre qualcosa di nuovo.

Ogni docente ha una sua caratteristica e i suoi “trucchi” o programmi preferiti. Si possono avere così nuovi mezzi operativi, spunti di riflessione e condividere impressioni. Il tutto fondamentale per crescere come professionisti e, perché no, anche come persone.

A tal riguardo il consiglio che ha dato Rosy Russo nell’uso di quello che si può definire uno dei Social meno intuitivi e più, mi si passi il termine,”ragionato”, è “Siate voi stessi“, individuate i vostri punti di forza e definite di cosa volete parlare.

L’essere se stessi ed avere un proprio stile personale, con twitter “paga” -ovviamente insieme alla costanza e al contenuto di qualità e, come per tutti i Social, almeno un minimo di pianificazione (Standing ovation da parte dei social media manager  😉 ).

Prima di aprire un account (qualsiasi account, non solo quello di Twitter) dobbiamo domandarci:

Chi siamo?

– Quali sono gli argomenti che ci stanno a cuore, in cui siamo forti e di cui vogliamo parlare?

A chi ci rivolgiamo? Quale problema risolviamo (questa, a dire il vero, è una gran bella domanda che ho preso da un corso sulla lean start up che ho frequentato a gennaio, e che torna qui utile)

– Quali sono i nostri obiettivi? (aumentare la fidelizzazione, i contatti al sito, i follower, etc)

Sarà utile avere, poi, un quadro di chi sono i nostri competitor (o di chi già parla di cose a noi affini): cosa fanno? in che cosa ci distinguiamo da loro?

Conoscere i nostri competitor aiuta a capire come lavorano, che strategie attuano, chi seguono e da chi sono seguiti. Aiuta, in breve, a farci un’idea se nel nostro settore esiste una comunità di riferimento (insieme di persone interessate all’argomento) ed è utilissimo per capire anche cosa funziona o no. Ovviamente non si tratta di copiare, ma di apprendere dalle cose che funzionano e anche da quelle che non funzionano  (quali sono i loro post di maggiore interesse, che registro usano nel rivolgersi ai loro potenziali interessati, hanno avuto problemi-i famigerati troll? Come li hanno gestiti?)

Rispondere a queste prime domande (n.r. lascio a parte il discorso degli influencer e altri punti per ora) darà un sacco di spunti e ci permetterà di partire avvantaggiati, fosse solo per il fatto che siamo più consapevoli di quello che stiamo per fare (o dei guai nei quali ci cacceremo 😉 ).

Sembrano cose banali, eppure… 🙂

E Voi?  Avete un account di twitter?

Se sì, siete partiti da questi presupposti o siete andati un po’ più all’arrembaggio per poi farvene un’idea?

Vi formate? come?

ps. Se non avete l’account Twitter e non sapete cosa sia- attenzione spoiler 😉 – non temete, tornerò sull’argomento! 🙂

Advertisements

Digitally Engaged e Sbadata per Caso: una combinazione letale ;) Digitally Engaged and Unintentionally Absentminded: a lethal combination ;-) I am into Graphic Design, Photography and Social Media

Tagged with: , , , ,
Posted in socialmedia, webmarketing

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Sbadata per caso

Digitally enganged e sbadata per caso: una combinazione letale! ;-)
Unintentional absent-minded and Digitally engaged: a lethal combination ;-)

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 18 other followers

Instagram

There was an error retrieving images from Instagram. An attempt will be remade in a few minutes.

Follow me on Twitter
Contact me
bodigoi@hotmail.com

%d bloggers like this: