Mi svendo (riflessioni semiserie sul mondo del lavoro)


Il mondo del lavoro sta dando di matto, non vi pare?

Le riforme del mondo del lavoro, i vari job acts, dalla Fornero ad oggi, sono state molto efficaci: hanno eliminato la precarietà – creata dal concetto di flessibilità e da mille forme contrattuali – e reso molti di noi  f i n a l m e n t e …disoccupati. 

Davvero ben fatta!

Ora, l’impressione che si ha, è quella che, per rientrare nel mondo del lavoro, si  debba essere ancora più flessibili e puntare ad essere “convenienti economicamente” per le imprese.

Eppure, ne sono quasi certa, c’è stato un tempo in cui le persone erano “convenienti” per il know how che portavano. Si  creava così una spirale di mutuo arricchimento (del lavoratore pagato il giusto e dell’impresa che poteva contare su dipendenti competenti e motivati), il che generava a sua volta una società consumistica, quanto si vuole, ma vitale.

Ora? Ora si stagna

Pessimismo, amarezza e fastidio? A momenti.

Dico a momenti perchè questo paradosso, tutta questa inattività ha un suo vantaggio: abbiamo tutto il tempo di ristabilire le nostre priorità (vivo per lavorare o lavoro per vivere?), di riflettere su nuovi modelli di società più vivibili e sostenibili.

A momenti perchè poi, per fortuna, ci salva l’ottimismo (ussignur) e un bel po’ di sana ironia.

Certo non guasta neanche sapere che è una condizione condivisa in altri paesi.

Mal comune, mezzo gaudio…

Ed ecco che proprio in questi giorni la “riflessione” sta girando sotto forma di un video spagnolo. Io l’ho trovato postato da tale Loporta su Facebook (ad oggi ha più di 130mila visualizzazioni).

Se non l’avete visto, ve lo allego in chiusura (cliccate all’interno del post sul play del video).

Buona visione!

Ps: dopo che l’avete visto fatemi sapere che ne pensate. Io, intanto, vado a prendermi un antiacido 😉 

(Se qui sopra non vedete il video-succede nella newsletter- potete andare online direttamente nel blog:https://sabrinabodigoi.wordpress.com/2015/04/11/misvendo/)

 

 

 

Advertisements

Digitally Engaged e Sbadata per Caso: una combinazione letale ;) Digitally Engaged and Unintentionally Absentminded: a lethal combination ;-) I am into Graphic Design, Photography and Social Media

Tagged with: , , , , ,
Posted in Video, work
3 comments on “Mi svendo (riflessioni semiserie sul mondo del lavoro)
  1. Ermanno says:

    e il paradosso è che chi ha la “fortuna” di avere un contratto di lavoro “pre job acts” non lo cambierà mai! perchè passerebbe dalle tutele “vecchio stile” a quelle “crescenti” … in questo modo si ingessa il passaggio di experties da un settore ad un altro o da aziende ad altre dello stesso settore… molto pochi rischierebbero

    Liked by 1 person

    • Concordo Ermanno. Il paradosso, a cui pensavo io, è anche quello che chi ha il lavoro ne ha troppo e ne cederebbe volentieri una parte (a forza di tagli, i sopravvissuti delle imprese sono oberati da mille incombenze, il più delle volte fuori dalle loro reali competenze…)

      Like

  2. 4t4m4t4 says:

    Hanno ribaltato tutto e tutto si è ribaltato ….

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Sbadata per caso

Digitally enganged e sbadata per caso: una combinazione letale! ;-)
Unintentional absent-minded and Digitally engaged: a lethal combination ;-)

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 17 other followers

Instagram

There was an error retrieving images from Instagram. An attempt will be remade in a few minutes.

Follow me on Twitter
Contact me
bodigoi@hotmail.com

%d bloggers like this: